Gparted

Da SalentOS Wiki.

Cos è?

Gparted è un potente strumento che abbiamo a disposizione per compiere qualunque tipo di operazione sui nostri Hard Disk o chiavette

NB: va sempre usato da live, o comunque da un sistema che gira su un HD diverso da quello sul quale andremo a lavorare

La pratica interfaccia di questa applicazione è questa. Gparted1.png Come potete vedere, in questo caso abbiamo delle partizioni già presenti sul disco, e uno “spazio non allocato” (unallocated), indicato dal puntatore, su cui andremo a compiere le nostre operazioni.Andiamo quindi a creare la nostra prima partizione. Clicchiamo con il tasto destro del mouse sullo spazio non allocato (unallocated) e nel menù che si apre selezioniamo la prima voce, new. Ci troveremo di fronte a questa schermata in sovraimpressione. Gparted2.png

Che ci consentirà, tramite il cursore del mouse, di dare alla partizione che andremo a creare, la dimensione desiderata. In questo caso, creeremo una partizione di circa 40 Gb spostandoci da destra verso sinistra.

Come potete vedere, al di sotto dello spazio dal quale materialmente creiamo la nuova partizione, cisono diverse stringhe con dei numeri nella colonna a sinistra e delle definizioni nella colonna a destra. Esse indicano, per quanto riguarda la colonna di sinistra:

•Free space preceding (MiB): è lo spazio vuoto tra la nostra partizione e quella che la precede. In questo caso abbiamo valore 0. Salvo casi particolari per la creazione di una partizione si procede sempre da destra verso sinistra, quindi questo valore sarà sempre uguale a 0

  • New size (MiB): è la dimensione della partizione che abbiamo creato.
  • Free space following (MiB): è lo spazio vuoto che rimane dietro alla nostra nuova partizione.
  • Align to: va generalmente bene la scelta di default, MiB.


Nella colonna di destra abbiamo invece le voci:

  • Create as: Se stiamo lavorando su una macchina con UEFI, di quelle uscite con l'introduzione di Windows 8, la scelta unica è quella proposta di default, Primary Partition (Partizione Primaria). Se invece abbiamo ancora un computer di quelli usciti con le versionidi Windows fino a 7, allora avremo a che fare con tutta probabilità con una tabella delle partizioni MSDOS, e questo, in caso di installazione di più sistemi operativi, ci pone di fronte al limite delle 4 Partizioni primarie. Ma in questo caso GParted ci consente di scegliere altre due opzioni, Logical Partition (Partizione Logica) e Extended Partition(Partizione Estesa). Per definizione la partizione estesa è un particolare tipo di Partizione Primaria che può essere suddivisa in più Partizioni Logiche, aggirando così il suddetto limite delle 4 partizioni primarie. Se noi avessimo ad esempio un disco con già esistenti 3 partizioni primarie, e avessimo l'esigenza di averne altre due, non ci rimarrebbe che creare una partizione estesa nello spazio da destinare alle due partizioni che ci servono, e quindi creare all'interno di questa due partizioni logiche con la stessa procedura descritta più sopra.
  • File System: qui si sceglie il file system con cui vogliamo formattare la nostra partizione appena creata, se stiamo installando un sistema Linux ovviamente la scelta sarà quella di default, ext4. Ma possiamo sceglierne di diversi tipi come da figura
  • Label: qui possiamo assegnare se vogliamo una Etichetta alla nostra partizione, ovvero darle un nome che ci permetta di identificarla quando la cerchiamo ad esempio da un file manager come Thunar o altri, cosa molto utile soprattutto se sul nostro disco sono presenti molte partizioni. Possiamo scrivere ciò che vogliamo.

Ma torniamo alla FIG. 3, clicchiamo su add, e avremo questa situazione

FIG. 5 Dove ci viene mostrata in maniera provvisoria la nuova partizione. Infatti come vedete la nuova partizione, non ancora definitiva, non è identificata come quelle che la precedono, ma semplicemente come New Partition #1. Per averla effettivamente sul nostro disco dovremo cliccaresul pulsante Apply (applica), e il risultato sarà questo

Dove come potete vedere la nostra partizione avrà assunto la sua denominazione definitiva di /dev/sda9, e sarà pronta per le nostre installazioni.

Ridimensionamento e spostamento

Con GParted è anche possibile Ridimensionare o spostare partizioni già esistenti per particolari esigenze.

NB nel caso di partizioni contenenti dati personali è SEMPRE necessario fare un backup, poiché questo tipo di operazione potrebbe comportare la perdita o compromissione dei nostri dati.

Nella seguente figura (FIG.7) vedremo oltre alla precedente partizione /dev/da9, da noi creata prima, anche una partizione /dev/sda10 appositamente creata per questo. Nel nostro esempio sposteremo quest'ultima in modo da aver lo spazio per poter ingrandire quella precedente.

Clicchiamo col tasto destro sulla partizione che intendiamo spostare e selezioniamo la voce Resize/Move(ridimensiona/sposta)

Ipotizzando di dover mantenere inalterata la dimensione della partizione che dobbiamo spostare (/dev/sda10), ci sposteremo verso destra di quanto ci necessita per avere, a sinistra, lo spazio per espandere /dev/sda9 di quanto spazio ci occorre. Cominciamo con l'espanderci verso destra (FIG. 10)

come potete vedere abbiamo all'incirca raddoppiato la dimensione della nostra partizione, andremo quindi a creare uno spazio vuoto a sinistra

Se clicchiamo sul pulsante Resize/Move, vedremo sulla schermata principale di Gparted questa situazione

dove come potete vedere avremo creato, a sinistra della partizione che abbiamo spostato, lo spazio in cui potremo espandere quella che la precede, o crearne una nuova. Nel nostro caso, espanderemo la partizione precedente.La procedura è quella descritta in FIG. 8, ci si mostrerà analoga finestra.

Come sopra andremo ad espanderci verso destra, in maniera da occupare lo spazio vuoto creato con lo spostamento della partizione /dev/sda10

Come prima cliccando su Resize/Move, vedremo su GParted le nostre partizioni nella loro nuova configurazione.

Per rendere definitive le modifiche al nostro disco, non ci rimane a questo punto che cliccare sul pulsante Apply, e attendere che l'applicazione termini il suo lavoro.In genere in questi casi, a seconda del lavoro da compiere, potete portare a spesso il cane, farvi un panino o altro mentre attendete. Quando si spostano partizioni contenenti dati, I tempi possono essere anche molto lunghi.