OpenBox

Da SalentOS Wiki.
Altre lingue:
English • ‎italiano

Openbox

Openbox è un window manager minimale utilizzato di default su molte distribuzioni GNU/Linux. È stato scelto per essere il window manager predefinito di SalentOS.

Caratteristiche

Openbox è fortemente orientato alla funzionalità ma, in SalentOS, l'eleganza grafica non viene a mancare grazie anche all'integrazione di temi GTK3. Le caratteristiche principali sono:

  1. supporto completo alle convenzioni ICCM;
  2. supporto completo alle specifiche EWMH;
  3. rendering del testo tramite Pango, la libreria alla base del toolkit GTK+;
  4. menu dinamici da dove poter richiamare le applicazioni.

Modalità di funzionamento

Openbox configuration manager
OBmenu
OBkey

Openbox dispone di un menu dinamico configurabile, richiamato, di default, con un click del tasto destro sulla scrivania. La peculiarità di questo menu è che, unitamente alla classica configurazione con le opzioni elencate in un file di testo, Openbox offre la possibilità di usare i pipes menus, cioè menu definiti al volo dall'output di un programma. La sezione "Home" del menu principale di SalentOS, ad esempio, è gestita dal pipe menu bookmarks.pl.

Configurazione

Il window manager dispone di tre file di configurazione posizionati nella directory ~/.config/openbox: il file menu.xml, rc.xml e autostart.sh.

OBconf, OBmenu, OBkey

L'utente può modificare i file menu.xml e rc.xml con un normale editor di testo o, in alternativa, può usare un programma visuale di configurazione: Openbox configuration manager (OBConf) agisce su rc.xml mentre OBmenu serve per modificare a proprio piacimento il file menu.xml.

Entrambi i tools sono presenti in SalentOS, insieme ad un terzo tool OBkey il quale, agendo su una sezione particolare di rc.xml, permette la creazione di scorciatoie da tastiera. Tutta la configurazione del mouse e della tastiera può essere modificata usando OBConf. Le modalità di configurazione sono innumerevoli: si può impostare, per esempio, che una finestra venga spostata al desktop 3 quando si clicca con il tasto centrale del mouse sul pulsante di chiusura della finestra. Si possono altresì configurare combinazioni di tasti per eseguire i compiti più comuni, come passare da un desktop ad un altro o spostare una finestra tra i desktop.

autostart.sh

Discorso a parte merita il file autostart.sh. Esso si trova in /home/nome_utente/.config/openbox ed è uno script e si occupa di lanciare, all'avvio della sessione openbox, qualunque applicazione in esso contenuta o elencata. Ecco una parte del contenuto del file autostart.sh di SalentOS

## File di configurazione principale in cui si 
## specificano le applicazioni da avviare al login 
## della sessione

## Avvio del manager di sessione
xfsettingsd &

## Avvio di xcomppmgr ed tint2 con openbox e thunar

## Avvio del compositing
xcompmgr &

## Avvio dello sfondo del desktop con nitrogen
nitrogen --restore &

## Avvio del pannello tint2
tint2 &

## Avvio di docky
(sleep 6 && docky) &

## Avvio di conky
(sleep 10 && conky) &

Come potete osservare, le righe precedute da ## sono puramente descrittive ed indicano una sezione specifica del file, esempio:

  • ## Avvio di conky = descrizione del comando/istruzione
  • (sleep 10 && conky) = comando/istruzione che avvia conky all'ingresso del sistema aspettando 10 secondi.

Quindi, le righe precedute da # o ## non forniscono nessuna istruzione al file autostart.sh.

Disabilitare/abilitare/aggiungere l'avvio di una applicazione

È importante sapere che attraverso una semplice modifica del file autostart.sh è possibile disabilitare/abilitare l'avvio di una qualunque applicazione. Se, ad esempio, si desidera NON avviare un programma all'ingresso nel sistema basta inserire un # all'inizio della riga nomeprogramma & come mostrato sotto

# nomeprogramma/comando &

e salvare il file. Effettuare il log-out o un riavvio di sistema affichè nomeprogramma non si avvii in automatico all'ingresso del sistema.

Per aggiungere un'applicazione all'avvio basta inserire nel file il comando da eseguire, seguendo lo schema tracciato dal file stesso e cioè:

## Descrizione o commento
nomeprogramma/comando &

Links

Ulteriore documentazione su Openbox e sulle sue caratteristiche potete trovarla su