SalentOS General Wiki

From SalentOS Official Wiki
Jump to: navigation, search

Contents

Benvenuto nel wiki di SalentOS - Welcome

Il wiki è ancora in fase di creazione. La documentazione che segue verrà man mano aggiornata e integrata con altro materiale. Per ora consulta quanto segue e visita il Sito Ufficiale oppure gmstyle.org per avere informazioni su SalentOS non contenute attualmente in questa pagina e per contattare lo sviluppatore.


The wiki is still being created. The following documentation will be progressively updated and integrated with other stuff. For now, you can check the available documentation, but if you want to ask for something in particular then visit the Official site of SalentOS or gmstyle.org to write to the developer.

Cos'è SalentOS - What is SalentOS

SalentOS è il primo sistema operativo GNU/Linux ispirato al Salento.

Questo sistema operativo è adatto a a tutti coloro che cercano un OS robusto, semplice da utilizzare e che fornisca prestazioni elevate!

Semplicità e solidità sono garantite dalla base Ubuntu , il sistema operativo GNU/Linux più semplice da utilizzare, in assoluto, nel panorama delle distribuzioni GNU/Linux!

Le prestazioni elevate derivano dall'utilizzo di Openbox, il gestore del desktop predefinito di SalentOS. Openbox, infatti, è noto per la pochezza di risorse hardware richieste per funzionare al meglio e quindi è anche adatto a computer datati o a dispositivi avidi di risorse come i netbook.


This operating system is suitable for anyone looking for a solid, user-friendly and high performative OS! Being based on the easiest GNU/Linux Operating System ever (Ubuntu), reliability and simplicity of use are ensured! High performances are guaranteed by the use of Openbox, the default desktop manager of SalentOS. As a matter of fact, Openbox is known for the paucity of hardware resources it requires to work at its best, so it is also suitable for older computers or resource-hungry devices such as netbooks.

Download

Per prima cosa scarica SalentOS dalla Pagina di Downloads del Sito Ufficiale


First of all, download SalentOS from the links above!

Creazione supporto avviabile - How to create a bootable media

1. DVD - Puoi decidere di masterizzare l'immagine ISO scaricata su un DVD che dovrà essere utilizzato come dispositivo di avvio del computer sul quale si desidera provare SalentOS (e per procedere alla successiva ed eventuale installazione). Per fare ciò è necessario accedere al BIOS del proprio computer (solitamente premendo ESC o CANC- ma può essere anche un altro tasto FUNZIONE come F2 o F8, a seconda della marca del BIOS -durante la primissima fase di avvio del pc) ed impostare il lettore CD/DVD come primo dispositivo di avvio dalle impostazioni di BOOT. Successivamente inserire il DVD di SalentOS nel lettore ed avviare il PC;

DVD - You can choose to burn the downloaded ISO image on a DVD that will be used as a boot device of the computer on which you want to try SalentOS (and proceed to the next and the possible installation). To do this you need to access to your computer's BIOS (usually by pressing ESC or DEL - but it can also be another function key like F2 or F8, depending on your BIOS-boot during the earliest phase of the PC) and set the CD / DVD as first boot device. Then insert the DVD into the player and start SalentOS the PC;


2. USB/SD/MMC - Puoi anche decidere di utilizzare l'immagine ISO scaricata per creare una penna usb avviabile o una schedina di memoria SD/MMC. Per fare ciò, è richiesto un dispositivo con almeno 2GB di memoria, e puoi:

USB / SD / MMC - Also, you may decide to use the downloaded ISO image to create a bootable usb stick or an SD Memory Card / MMC. To do this, you need a device with at least 2GB of memory, you can:

Per utenti Microsoft Windows, Ubuntu 11.04 ed inferiori, altre distribuzioni GNU/Linux - For Microsoft Windows users, Ubuntu 11.04 and below, other GNU/Linux distributions

UTILIZZARE UNETBOOTIN il famoso tool per la creazione di USB avviabili.

Basta scaricare ed installare la versione relativa al tuo OS (il software è disponibile sia per sistemi GNU/Linux che per Microsoft Windows): sul Sito ufficiale di UNETBOOTIN trovi le indicazioni su come fare questa operazione.

Dopo aver installato UNETBOOTIN, inserire un dispositivo USB/SD/MMC e formattarlo.

* È consigliato effettuare questa operazione scollegando tutte le altre aventuali periferiche di memorizzazione USB collegate al pc in modo tale da evitare di selezionare la periferica sbagliata e distruggere dati.

A- Successivamente avviare UNETBOOTIN, selezionare UBUNTU come distribuzione
B- Scegliere l'ultima versione LIVE di Ubuntu o quella immediatamente precedente (se non è presente la 11.10, sulla quale è attualmente basato SalentOS, selezionare la 11.04).
C- Selezionare l'immagine ISO di SalentOS scaricata
D- Selezionare la periferica USB/SD/MMC *(È l'unica disponibile se è stato seguito il consiglio precedente)
E- Click su OK ed attendere la creazione del dispositivo avviabile.

La schermata di boot del dispositivo appena creato avrà un menù differente da quello di SalentOS ma sarà sufficiente selezionare la prima opzione per avviare il sistema in live-mode.


USE UNetbootin the famous tool for creating bootable USB.

Download and install the version on your OS (the software is available for GNU / Linux and Microsoft Windows) from the official site

Next, insert a USB / SD / MMC and format.

* It is recommended to do this by disconnecting all other USB storage devices connected to the PC.

A- Then start UNetbootin, select Ubuntu as the distribution.
B- Choose the latest version of LIVE Ubuntu or the immediately preceding (if there isn't a 11.10, select 11.04).
C- Select the downloaded ISO image SalentOS
D- Select the USB / SD / MMC *(It is the only available if you have followed the advice above)
E- Click OK and wait for the creation of the bootable device.

The boot screen of the device you just created will have a different menu than the SalentOS but simply select the first option to boot into live-mode.

Unetbootin

Per utenti Ubuntu 11.10+ - For Ubuntu 11.10+ users

UTILIZZARE LO STRUMENTO "CREATORE DISCHI DI AVVIO" predefinito in Ubuntu (usb-creator e usb-creator-gtk).

È possibile utilizzare questo strumento comodo per creare un dispositivo USB/SD/MMC avviabile di SalentOS.

* È consigliato, anche in questo caso, effettuare questa operazione scollegando tutte le altre aventuali periferiche di memorizzazione USB collegate al pc, inserendo SOLO QUELLA CHE OSPITERÀ IL SISTEMA, in modo tale da evitare di selezionare la periferica sbagliata e distruggere dati.

A- Dal menu di Ubuntu cercare ed avviare "Creatore dischi di avvio"
B- Nella prima sezione, selezione l'immagine di SalentOS scaricata in precedenza.
C- Nella seconda sezione, selezionare L'UNICA periferica disponibile e fare click su "Cancella". La periferica verrà formattata e montata, pronta per essere utilizzata.
D- Lasciare le restanti opzioni invariate e cliccare su "crea disco di avvio" per procedere alla creazione del dispositivo avviabile.


USE THE "STARTUP DISK CREATOR" by default in Ubuntu (usb-creator and usb-creator-gtk).

You can use this handy tool to create a USB / SD / MMC SalentOS bootable.

* It is recommended, even in this case, to unplug all other USB storage devices connected to your PC and to enter ONLY ONE THAT WILL HOST THE SYSTEM.

A- From ubuntu's menu launch "usb-creator-gtk"
B- In the first section, select the ISO of SalentOS previously downloaded.
C- In the second section, select the only available USB/SD/MMC device and click "Delete". It will be formatted and mounted, ready for use.
D- Leave the remaining options unchanged and click on "create boot disk" to proceed.


Usb disk creator

La schermata di boot del dispositivo appena creato avrà il menu di boot ufficiale di SalentOS e basterà scegliere la prima voce della schermata di avvio ed attendere il caricamento del sistema, come mostrato in figura.

The boot screen, this time, will be the official one of SalentOS. Just choose the first item of the startup screen and wait for the boot, as shown in Fig.


Boot menu

Installazione

Dopo aver testato il corretto funzionamento di SalentOS in live-mode si può passare all'installazione su hard disk. Dal menu principale selezionare APPLICAZIONI>ALTRO>INSTALLA SalentOS per far partire l'installer.

After testing the proper functioning of SalentOS in live-mode, you can install on your hard drive. From the main menu, select Applications> Other> Install SalentOS to launch the installer.

Install

Si tratta di Ubiquity (l'installer predefinito di Ubuntu) esteticamente modificato per SalentOS e quindi la procedura da seguire è la stessa che si segue per installare il sistema di Canonical.

The installer is the same as Ubuntu, therefore also the procedure is the same as that of Ubuntu.

Scelta della lingua - Choose the language

Il primo passo è la scelta della lingua

First step, choose the language

language selector

Verifica dei requisiti d'installazione - Verify installation requirements

Verificare che i requisiti per l'installazione siano soddisfatti e selezionare le due opzioni disponibili.

Verify installation requirements and select adn select the two options available.

Settings

Dischi e partizioni - Disks and partitions

Selezionare una delle opzioni disponibili nella sezione.

* Le opzioni mostrate nella schermata di ogniuno saranno diverse da quelle viste nello screenshot sottostante. In questo caso si è scelto di formattare l'intero disco e di installare SalentOS al posto di un altro sistema operativo.

Select one of the options available in the section.

* Options that you will see will be different from those seen in the screenshot below.

choose partition
choose disk

Time-zone

Selezionare la propria time-zone

Select your time-zone

time-zone

Configurazione tastiera - Keyboard layout

Selezionare la configurazione della tastiera

Select the keyboard layout

keyboard layout

Utente - User

Creare l'utente inserendo un username ed una password e scegliere la tipologia di accesso (automatico o tramite autenticazione)

Create a user and choose the type of access (automatic or through authentication)

create user

Immagine di ID - ID image

Scelta dell'immagine identificativa dell'utente: decidere se scattare una foto con la eventuale webcam in dotazione oppure lasciare tutto in bianco e cliccare su "continua"

Choose the ID image: decide whether to take a picture with any camera adapter or leave everything blank and click on "Continue"

Completamento installazione - Complete the installation

Attendere il completamento dell'installazione che avverrà con la richiesta di riavvio al termine del processo.

Wait until the installation is complete and restart the PC.

end

Reinstallare GRUB2 - How to reinstall GRUB2

Se dopo aver installato SalentOS accanto ad un altro sistema operativo l'avvio del pc fallisce, è probabile che si tratti di un problema relativo a GRUB ed alla sua installazione.

if the PC fails to boot after installing SalentOS next to another operating system, then it is likely that GRUB2 is not installed properly.


Esempio di errore di GRUB:

GRUB Error example:

error:unknown filesystem grub rescue>

Per risolvere il problema è necessario:

To resolve this problem you must follow the procedure below and type in the terminal the following commands:

  1. Avviare il Pc in Live-mode con un DVD/USB di SalentOS
  2. Lanciare il terminale ed eseguire
sudo fdisk -l

per conoscere la partizione in cui è installato SalentOS (sd1 o sda2 o etc...)

3. Digitare:

sudo mount /dev/sdaX /mnt

dove X è da sostituire con il numero della partizione interessata rilevato in precedenza.

4. Installare GRUB sull' hard disk digitando

sudo grub-install --root-directory=/mnt /dev/sda

5. Aggiornare GRUB digitando

sudo update-grub

6. Riavviare il sistema

Openbox

Openbox è un window manager minimale utilizzato di default su molte distribuzioni GNU/Linux. È stato scelto per essere il window manager predefinito di SalentOS.


Openbox is a minimal window manager used by default on lots of GNU/Linux distros. It was chosen to be the default window manager on SalentOS.

Caratteristiche - Specifications

Openbox è fortemente orientato alla funzionalità ma, in SalentOS, l'eleganza grafica non viene a mancare grazie anche all'integrazione di temi GTK3. Le caratteristiche principali sono:

  1. supporto completo alle convenzioni ICCM;
  2. supporto completo alle specifiche EWMH;
  3. rendering del testo tramite Pango, la libreria alla base del toolkit GTK+;
  4. menu dinamici da dove poter richiamare le applicazioni.


Openbox is strongly oriented to functionality, but in SalentOS, the graphic elegance is present with the integration of GTK3 themes. The main features are:

  1. full support to the conventions ICCM;
  2. full support to the specific EWMH;
  3. text rendering with Pango, the library at the base of the GTK + toolkit;
  4. Dynamic menus from which to invoke applications.

Modalità di funzionamento - How it Works

Openbox configuration manager
OBmenu
OBkey

Openbox dispone di un menu dinamico configurabile, richiamato, di default, con un click del tasto destro sulla scrivania. La peculiarità di questo menu è che, unitamente alla classica configurazione con le opzioni elencate in un file di testo, Openbox offre la possibilità di usare i pipes menus, cioè menu definiti al volo dall'output di un programma. La sezione "Home" del menu principale di SalentOS, ad esempio, è gestita dal pipe menu bookmarks.pl.

Openbox has a dynamic configurable menu, called, by default, with a right click on the desktop. The peculiarity of this menu is that, together with the classical configuration with the options listed in a text file, Openbox provides the ability to use pipes menus. The "Home" section of the SalentOS's main menu, for example, is managed by the pipe menu bookmarks.pl.

Configurazione - Configuration

Il window manager dispone di tre file di configurazione posizionati nella directory ~/.config/openbox: il file menu.xml, rc.xml e autostart.sh.


The window manager has three configuration files located in the directory ~/.config/openbox: the menu.xml,rc.xml and autostart.sh.

OBconf, OBmenu, OBkey

L'utente può modificare i file menu.xml e rc.xml con un normale editor di testo o, in alternativa, può usare un programma visuale di configurazione: Openbox configuration manager (OBConf) agisce su rc.xml mentre OBmenu serve per modificare a proprio piacimento il file menu.xml.

The user can modify the menu.xml and rc.xml with a normal text editor or, alternatively, he can use a visual configuration program: Openbox configuration manager (ObConf) is used to modify rc.xml while OBmenu is used to modify the menu.xml.


Entrambi i tools sono presenti in SalentOS, insieme ad un terzo tool OBkey il quale, agendo su una sezione particolare di rc.xml, permette la creazione di scorciatoie da tastiera. Tutta la configurazione del mouse e della tastiera può essere modificata usando OBConf. Le modalità di configurazione sono innumerevoli: si può impostare, per esempio, che una finestra venga spostata al desktop 3 quando si clicca con il tasto centrale del mouse sul pulsante di chiusura della finestra. Si possono altresì configurare combinazioni di tasti per eseguire i compiti più comuni, come passare da un desktop ad un altro o spostare una finestra tra i desktop.

Both tools are present in SalentOS, along with a third tool, OBkey, which, acting on a particular section of rc.xml, allows you to create keyboard shortcuts. The configuration of the mouse and keyboard can be changed using ObConf. The configuration modes are endless: you can set, for example, that a window is moved to the desktop 3 when you click the middle mouse button to close the window. You can also configure key combinations to perform most common tasks, like switching from one desktop to another or move a window between the desktops.

autostart.sh

Discorso a parte merita il file autostart.sh. Esso si trova in /home/nome_utente/.config/openbox ed è uno script e si occupa di lanciare, all'avvio della sessione openbox, qualunque applicazione in esso contenuta o elencata. Ecco una parte del contenuto del file autostart.sh di SalentOS

Autostart.sh is located in the directory /home/your_user/.config/openbox and it is a script that will launch any application contained in or listed in when you start the session openbox. Here are some of the contents of the file autostart.sh contained in SalentOS

## File di configurazione principale in cui si 
## specificano le applicazioni da avviare al login 
## della sessione

## Avvio del manager di sessione
xfsettingsd &

## Avvio di xcomppmgr ed tint2 con openbox e thunar

## Avvio del compositing
xcompmgr &

## Avvio dello sfondo del desktop con nitrogen
nitrogen --restore &

## Avvio del pannello tint2
tint2 &

## Avvio di docky
(sleep 6 && docky) &

## Avvio di conky
(sleep 10 && conky) &

Come potete osservare, le righe precedute da ## sono puramente descrittive ed indicano una sezione specifica del file, esempio:

  • ## Avvio di conky = descrizione del comando/istruzione
  • (sleep 10 && conky) = comando/istruzione che avvia conky all'ingresso del sistema aspettando 10 secondi.

Quindi, le righe precedute da # o ## non forniscono nessuna istruzione al file autostart.sh.


As you can see, lines preceded by ## are purely descriptive and indicate a specific section of the file, eg:

  • ## Avvio di conky = command description
  • (Sleep 10 & & conky) = command that wait 10 seconds and starts Conky when you enter the system.

So, lines preceded by # or ## does not provide any instruction to the file autostart.sh.

Disabilitare/abilitare/aggiungere l'avvio di una applicazione - Disable/enable/add startup application

È importante sapere che attraverso una semplice modifica del file autostart.sh è possibile disabilitare/abilitare l'avvio di una qualunque applicazione. Se, ad esempio, si desidera NON avviare conky all'ingresso nel sistema basta inserire un # all'inizio della riga (sleep 10 && conky) come mostrato sotto

It is important to know that through a simple modification of the file autostart.sh you can disable/enable the launch of any application. If, for example, you do NOT want to start conky entering the system, just add a # at the beginning of the line (sleep 10 & & conky), as shown below,

## Avvio di conky
# (sleep 10 && conky) &

e salvare il file. Effettuare il log-out o un riavvio di sistema per notare che conky non sarà più presente sulla scrivania.

and save the file. Log out or reboot the system to notice that conky is no longer present on the desk.


Allo stesso modo, ad esempio, per i pc meno potenti, è possibile disabilitare il compositing manager e la dockbar Docky modificando come segue le sezioni relative ad essi.

Similarly, for example, for less powerful PCs, you can disable the compositing manager and Docky changing the corresponding sections.

## Avvio del compositing
# xcompmgr &

## Avvio di docky
# (sleep 6 && docky) &

Per aggiungere un'applicazione all'avvio basta inserire nel file il comando da eseguire, seguendo lo schema tracciato dal file stesso e cioè:

To add an application to startup 'just enter the command to execute the file, following the pattern of the file

## Descrizione o commento
comando &

Ad esempio, se si vuole far partire il programma amule all'avvio, ad esempio, basta aggiungere al file le seguenti righe:

For example, if you want to run the program amule at startup, just add the following lines to the file:

## Avvio di amule
amule &

Links

Ulteriore documentazione su Openbox e sulle sue caratteristiche potete trovarla su

Further documentation on Openbox and its features can be found on

Tint2 panel in SalentOS

Tint2 panel è un comodo pannello di sistema per desktop Openbox altamente configurabile, leggero ed elegante. La sua configurazione avviene, però, attraverso la modifica del file testuale tint2rc che si trova in /home/user/.config/tint2.

Tint2 panel is a panel for Openbox desktop, highly configurable, lightweight and elegant. Its configuration is done, however, by editing the text file tint2rc located in /home/user/.config/tint2

Tint2

ububox.tint2rc

Questo è il file ububox.tint2rc che rappresenta il tema principale di tint2 panel in SalentOS 12.04.3

ububox.tint2rc is the main theme of tint2 panel in SalentOS 12.04.3

# Tint2 config file
# Generated by tintwizard (http://code.google.com/p/tintwizard/)
# For information on manually configuring tint2 see http://code.google.com/p/tint2/wiki/Configure

# Background definitions
# ID 1
rounded = 7
border_width = 2
background_color = #000000 60
border_color = #FFFFFF 16

# ID 2
rounded = 5
border_width = 0
background_color = #FFFFFF 40
border_color = #FFFFFF 48

# ID 3
rounded = 5
border_width = 0
background_color = #FFFFFF 16
border_color = #FFFFFF 68

# Panel
panel_monitor = all
panel_position = bottom left horizontal
panel_size = 100% 35
panel_margin = 0 0
panel_padding = 7 0 7
panel_dock = 0
wm_menu = 0
panel_layer = top
panel_background_id = 1

#Make sure that "L" is directly below.
panel_items = LTSC

#Launchers
launcher_item_app = /usr/share/applications/menu.desktop
launcher_item_app = /usr/share/applications/Thunar-folder-handler.desktop
launcher_item_app = /usr/share/applications/lxterminal.desktop
launcher_item_app = /usr/share/applications/exo-mail-reader.desktop
launcher_item_app = /usr/share/applications/shutdown.desktop

# Panel Autohide
autohide = 0
autohide_show_timeout = 0.3
autohide_hide_timeout = 2
autohide_height = 2
strut_policy = follow_size

# Taskbar
taskbar_mode = single_desktop
taskbar_padding = 2 3 2
taskbar_background_id = 0
taskbar_active_background_id = 0

# Tasks
urgent_nb_of_blink = 8
task_icon = 1
task_text = 1
task_centered = 1
task_maximum_size = 140 35
task_padding = 6 2
task_background_id = 3
task_active_background_id = 2
task_urgent_background_id = 2
task_iconified_background_id = 3
task_tooltip = 0

# Task Icons
task_icon_asb = 70 0 0
task_active_icon_asb = 100 0 0
task_urgent_icon_asb = 100 0 0
task_iconified_icon_asb = 70 0 0

# Fonts
task_font = sans 7
task_font_color = #FFFFFF 68
task_active_font_color = #FFFFFF 83
task_urgent_font_color = #FFFFFF 83
task_iconified_font_color = #FFFFFF 68
font_shadow = 0

# System Tray
systray = 1
systray_padding = 0 4 5
systray_sort = ascending
systray_background_id = 0
systray_icon_size = 16
systray_icon_asb = 70 0 0

# Clock
time1_format = %H:%M
time1_font = sans 8
time2_format = %A %d %B
time2_font = sans 6
clock_font_color = #FFFFFF 74
clock_padding = 1 0
clock_background_id = 0
clock_rclick_command = orage

# Tooltips
tooltip_padding = 2 2
tooltip_show_timeout = 0.7
tooltip_hide_timeout = 0.3
tooltip_background_id = 1
tooltip_font = sans 10
tooltip_font_color = #000000 80

# Mouse
mouse_middle = none
mouse_right = close
mouse_scroll_up = toggle
mouse_scroll_down = iconify

# Battery
battery = 0
battery_low_status = 10
battery_low_cmd = notify-send "battery low"
battery_hide = 98
bat1_font = sans 8
bat2_font = sans 6
battery_font_color = #FFFFFF 74
battery_padding = 1 0
battery_background_id = 0

# End of config

All'interno della sezione #Launchers si trovano le stringhe di testo relative ai lanciatori presenti sul pannello di default. Chi desidera cambiare/modificare/aggiungere altri lanciatori può farlo seguendo lo schema indicato nella sezione stessa. Per cambiare tema a Tint2 basta avviare il tool grafico da Menu>>Preferenze>>Preferenze tint2 e si aprirà la seguente finestra:

Within the section #Launchers can be found text strings related to launchers on the panel by default. Those who wish to change/modify/add more launchers can do this by following the pattern in the same section. To change the theme to Tint2 just start the graphical tool to Menu>>Preferences>>Preferences tint2 and it will open the following window:

center!Preferenze tint2

Links

Per una configurazione/customizzazione corretta e completa si rimanda al Wiki Ufficiale di Tint2

To customize Tint2 panel correctly, please refer to Wiki Ufficiale di Tint2

Personal tools
Namespaces

Variants
Actions
Benvenuto - Welcome
Official Wiki
Toolbox